III Foro Social de las Americas

19 Ott

Da Città del Guatemala

Dal 7 al 12 Ottobre 2008 si è svolto in Guatemala il III Foro Social de las Americas con la partecipazione di circa 800 organizzazioni e più di 8000 persone da ogni parte del mondo.

Durante il Foro si sono sviluppate 356 attività tra cui 105 seminari, 53 tavole rotonde, 28 tavoli di dialogo, 91 workshops, 6 conferenze, 26 mostre, 4 celebrazioni, 50 eventi culturali e gruppi tematici e 15 attività varie.

Il sito internet del Foro era costantemente aggiornato durante la manifestazione con foto, immagini, interviste, presentazioni e articoli sulle attività. In più usciva il bollettino giornaliero, iniziativa promossa da “El centro de medios independientes”, in quanto “la Prensa” a livello nazionale non ha dato nessuna importanza, nessuno spazio all’evento, alle manifestazioni fatte e alle attività. In Centro e Sudamerica, e possiamo dire “non solo”, purtroppo la comunicazione è accentrata, in mano ai potenti, ed elitaria e quando si tratta dei veri bisogni della popolazione, la parte più discriminata e debole, nessuno li ascolta.

La ricchezza e la diversità di questo foro ha superato ogni aspettativa. E le donne sicuramente sono state le protagoniste di questo evento essendo sicuramente anche in maggioranza a livello di presenze. È certo che la partecipazione delle donne è stata sicuramente tra le più attive e coinvolgenti.

Si sono sviluppati differenti temi importanti a livello mondiale come: la giustizia, la situazione della donna e dei bambini, la protezione dell’ambiente, il cambio climatico, la problematica agraria, il valore della terra, la difesa delle condizioni di vita contro il capitalismo, i giovani e la cultura.

Altre tematiche importanti trattate sono state: la diversità e la uguaglianza, la comunicazione, l’ educazione, la popolazione indigena e le differenze all’interno della stessa. Si è parlato anche di liberalismo, neo-liberalismo e post-liberalismo, socialismo e dominazione imperialista. Si sono organizzate manifestazioni a favore della “Madre Tierra” e contro delle multinazionali, manifestazioni a favore del dialogo per le scelte politiche e progettuali dell’ Unione Europea.

L’unico grande problema è stato che le attività estremamente interessanti da seguire erano molte, ma poiché si svolgevano contemporaneamente non era possibile farlo.

Tutti aspettavamo la presenza di Evo Morales che sarebbe stata importante sia per il Guatemala, che con Bolivia ha molte cose in comune, sia per gli altri paesi del centro e Sudamerica che vedono nel presidente boliviano una via d’uscita dal razzismo, dalla discriminazione verso gli indigeni e l’ ipotesi di un cammino verso la democrazia (nel vero senso della parola). Invece è arrivato solo un messaggio, ma comunque pieno di significato. Ha parlato del potere del popolo, di tutto il popolo e non dei pochi ricchi e potenti. Ha parlato di una re-distribuzione più equilibrata delle risorse, della terra, della salute e dell’ educazione. Rimarcando il valore della terra per i boliviani e per tutta la Latino America, come un valore che non può essere semplicemente commercializzato.

Ha ringraziato i movimenti sociali che, insieme ai governi, scommettono su uno “sviluppo” (parola non molto amata dai Latino Americani), su un “Vivere bene” equilibrato, non discriminante e integrale.

Ha concluso con i 10 comandamenti per il “Vivere bene” che riguardano l’ambiente e il cambio climatico, il combattere le guerre, il capitalismo e l’imperialismo, l’importanza dell’acqua e dell’energia e ancora la Terra, i diritti umani (acqua, salute, educazione ecc), la produzione per il consumo locale e come ultimo punto il rispetto delle diversità culturali ed economiche.

“Es nuestra lucha enfrentar esos grupos que viven en el lujo y no quieren perder el lujo, perder sus tierras. Es una lucha histórica y sigue aún esta lucha”

Critica alle ONG’s e ai partecipanti del Foro

Dentro al movimento sociale e principalmente all’interno del movimento sociale guatemalteco, ci sono azioni sviluppate da organizzazioni sociali sicuramente lodevoli e che meritano tutto il rispetto però ce ne sono altre ancora molto lontane dall’essere innovative e portastrici  di cambiamento sociale. In pratica si limitano ad adeguarsi al sistema vuoi per questioni gerarchiche, per concorrenza, per egocentrismo o narcisismo ed etnocentrismo.

Aprire e chiudere gli occhi. Cosí forse è come siamo arrivati/e al Foro Social de las Americas uomini e donne, giovani e anziani, bianchi e indigeni etc. dopo la manifestazione conclusiva del 12 di ottobre; tutti ce ne torniamo al nostro paese di origine, alle nostre ONGs, alle nostre associazioni cercando nuovi fonti di finanziamento per fare progetti di cooperazione, che neanche saranno nuovi, solo ci aggiungeremo “l’obiettivo di continuare a dare impulso alle conclusioni del III Foro Social de las Americas” o nel peggiore dei casi (come sempre succede) con i contatti creati duranti questi giorni appariranno nuove ONGs e intanto le persone delle comunità passano in secondo piano e senza interpellarle inizieremo a visitarle e a dir loro che siamo li per “AIUTARLE”, quasi a voler passare da “MESSIA DEI POVERI” o arrogandoci il diritto di dar ” voce dei senza voce” , ma la verità è che non siamo disposti/e a lasciare che la loro voce, solitamente negata, venga udita!

Sicuramente è stata un’esperienza unica e sono contenta aver avuto l’opportunità di partecipare. Ora solo si tratta di far sì che le parole non rimangano tali, ma che si passi ai fatti e tutti/e insieme, tutti/e uniti/e verso gli stessi obiettivi, che come dice Evo Morales, non è lo sviluppo per come lo possiamo pensare noi occidentali, ma è semplicemente un vivere meglio, vivere bene e con dignità delle comunità per cui lavoriamo.

“Todos/as somos Bolivia, todos/as somos Guatemala, todos/as somos parte del Mundo y tenemos que luchar para defenderlo”

Sofia Bergonzani

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: