Il Giorno del Sacrificio

8 Dic

Oggi si celebra la festa islamica del Sacrificio, in arabo Aid al-Adha. il-sacrificio-di-abramoLa ricorrenza, che ricorda il sacrificio del figlio di Abramo ordinato da Dio, è la più importante delle due feste islamiche (la prima è quella per la fine del Ramadan) e coincide con l’ultimo giorno del pellegrinaggio alla Mecca. Per stabilire queste date del calendario lunare islamico si ricorre all’avvistamento della luna piena.

L’Aid al Adha ricorre alla fine del Dhul Hajj, il mese del pellegrinaggio alla Mecca, ed e’ comunemente chiamata “festa grande”, per l’importanza che riveste nel mondo islamico.

l sacrificio rituale che si pratica nel corso della festività – ovini, caprini, pecore, mucche, dromedari o altri animali domestici – ricorda il sacrificio sostitutivo effettuato con un montone da Abramo, del tutto obbediente al disposto divino di sacrificarGli il figlio Ismaele prima di venire fermato dall’angelo. È quindi per eccellenza la festa della fede e della totale e indiscussa sottomissione a Dio (islām).

Per i musulmani  le festività rappresentano una misericordia di Dio verso essi, per cui sono incoraggiati a viverle con gioia, felicità ed unione. Non e’ permesso digiunare durante i giorni di festa, anzi, l’Islam invita i credenti e le loro famiglie a festeggiare anche attraverso la preparazione di cibi speciali e dolci da condividere con vicini di casa, amici e bisognosi. Le feste islamiche hanno un preciso significato spirituale, quindi esse vanno celebrate in primo luogo rendendo culto al Signore, attraverso la preghiera comunitaria che, solitamente, viene celebrata all’aperto. Tutti i musulmani sono chiamati a partecipare alle feste comunitarie, come testimonianza della loro fede e per confermare il senso d’appartenenza alla famiglia dei credenti, l’umma musulmana. Le feste iniziano quindi con la preghiera e con il ricordo di Dio: il musulmano e la musulmana, vestiti con i loro abiti migliori, s’incontrano, si porgono gli auguri e rendono le feste un’occasione di dawah, avendo l’opportunità’ di spiegare, a coloro che fossero interessati, il significato dell’Islam e delle feste che lo caratterizzano. E’ molto importante trascorrere le feste con parenti ed amici, visitando, se e’ possibile, anche coloro che sono lontani, poiché ciò aiuta a rinsaldare i vincoli familiari ed affettivi, esigenza sempre molto sentita in ambito islamico. Di solito, durante queste due grandi festività, i musulmani decorano le proprie case con festoni, ghirlande e luci colorate, e fanno regali ai propri bambini. Ogni nazione a maggioranza musulmana ha poi le sue tradizioni specifiche e particolari riguardo ai cibi da preparare ed al tipo di festeggiamento, ferme restando le regole generali della Sunnah del Profeta dell’Islam, secondo le quali le feste sono un’occasione di gioia e di divertimento, ma questi non devono far dimenticare il significato religioso profondo che Dio ha dato loro. Sono quindi incoraggiate le buone azioni, la condivisione, la moderazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: