Archive by Author

Il 22 settembre prende il via il corso In Azione per la cooperAzione

13 Ago

Muoversi onlus promuove insieme a Sorridi Bimbo onlus il corso di formazione per volontari in cooperazione In Azione per la cooperAzione che si terrà da sabato 22 settembre a domenica 11 novembre.

Maggiori dettagli sul sito http://corsocooperazione.wordpress.com/

 

 

Annunci

Giacomo, un amico di Muoversi

5 Lug

Jack se n’è andato. Stanotte. Ha aspettato che finisse la sua Festa Multiculturale, la nostra Festa.

Le parole fanno fatica a comporsi sulla tastiera, le dita esitano e la voce è flebile, rotta dai singhiozzi. E’ difficile credere che Jack non sarà più sul prato del Parco Nevicati tra i gazebo, la pedana e le cucine. Ricordo la sua calma e il colore verde della sua visione. Una Festa per tutti e dove tutti sono protagonisti e nessuno è comparsa. Progettare, valutare, stimare, decidere, comprare, montare, smontare e montare nuovamente, insieme. Il volontariato nella sua essenza, lui sapeva coinvolgerlo. Lo spirito del fare e la soddisfazione di aver contribuito, il ringraziamento nei sorrisi e nella serenità delle 5 serate di un evento che negli anni ha visto crescere la partecipazione attiva e passiva. E Muoversi è cresciuta con la Festa. E con Jack e tutti i suoi collaboratori.

E Jack al Parco Nevicati è venuto fino all’ultimo con la gioia negli occhi pieni dei colori della sua Festa.

Un altro ricordo affiora… quando, nel 2008, come associazione neo-nata, nell’ambito del progetto KUMINDA, abbiamo richiesto un suo intervento all’incontro dedicato agli studenti delle scuole superiori  Il cooperante: tra impegno professionale e volontariato. Giacomo riuscì a stabilire un clima di dialogo con gli adolescenti in aula senza trascurare l’importanza di un messaggio importante come quello di una scelta di lavoro. Giacomo riuscì a comunicare, senza paternalismi, il significato di un impegno professionale nel sociale che mai può prescindere dalla consapevolezza e da una profonda condivisione dell’obiettivo.

Giacomo, quindi, era anche KUMINDA. Tra utopia, lungimiranza e il nero su bianco dei millenium goals. Kuminda, un progetto che ancora oggi vive del sangue e del sudore dei suoi volontari. Ed è in KUMINDA che Muoversi vuole vedere rivivere Jack, ogni anno in autunno. Nel sostegno a questo progetto il grazie di Muoversi non commuoversi onlus a Giacomo Truffelli.

Ciao Jack.

Norma Cruz per le donne del Guatemala

6 Giu

Data di pubblicazione dell’appello: 10.05.2011

Status dell’appello: aperto

Norma Cruz è costantemente minacciata di morte perché documenta col suo lavoro casi di violenza sulle donne e perché le aiuta nella loro lotta per la giustizia. Norma Cruz guida un’organizzazione per i diritti delle donne, la Fondazione delle sopravvissute (Fundación Sobrevivientes) che ha sede a Città del Guatemala. Anche i suoi familiari hanno subito minacce e attacchi ma, a oggi, nessuno è stato portato di fronte alle giustizia. Norma Cruz e altri difensori dei diritti umani in Guatemala sono esposti a costanti rischi.

Da maggio 2009, Norma Cruz ha ricevuto decine di minacce perché la sua organizzazione ha fornito assistenza legale a una ragazza vittima di stupro. Le minacce, che arrivano sia tramite sms sia attraverso chiamate al cellulare e al telefono dell’ufficio della Fondazione, mettono in guardia Norma Cruz dalle conseguenze fatali cui andrebbe incontro se non smettesse di lavorare sul caso.

La mattina del 30 agosto 2010, alle 8:51, Norma Cruz ha ricevuto una chiamata sul suo cellulare. Un uomo ha lasciato un messaggio dicendo che le avrebbero consegnato la testa di sua figlia. Ha rivolto minacce anche all’organizzazione. L’uomo infatti ha detto: “A mezzanotte la Fondazione esploderà in 1000 pezzi”.

Un uomo è stato arrestato per aver minacciato di morte la donna in due circostanze nel 2009. È stato successivamente rilasciato su cauzione. L’ufficio del procuratore non ha fatto progressi nelle indagini sulle altre minacce contro Norma Cruz, la sua famiglia e i membri della sua organizzazione. Sebbene le autorità guatemalteche abbiamo garantito a lei, ai familiari e alla Fondazione delle sopravvissute la protezione della polizia, le minacce non cessano e nessuno è stato portato di fronte alla giustizia.

Fonte: http://www.amnesty.it/Guatemala_Norma_Cruz

21 maggio: merenda nel vigneto!

10 Mag

Pasqua… dalla parte delle bambine

23 Mar

Vai al nuovo progetto di Sostegno a Distanza di Muoversi onlus in Guatemala.