Tag Archives: vincenza pellegrino

Un film sull’immigrazione illegale: La misma Luna

8 Nov

Continua la collaborazione tra il Cinema D’Azeglio, Muoversi e Maendeleo

GIOVEDI 12 NOVEMBRE H 21.00

c/o il Cinema D’Azeglio

LA MISMA LUNA

La Misma lunaIl film “La Misma Luna” offre un penetrante spunto di riflessione sulla dibattuta questione dell’ immigrazione illegale.

LA TRAMA DEL FILM “LA MISMA LUNA”

Nella trama del film, Rosario (Kate del Castillo) è una donna messicana emigrata clandestinamente negli Stati Uniti. Rosario lavora da 4 anni come domestica a Los Angeles e manda i soldi guadagnati in Messico dove si trovano il figlio Carlitos (Adrian Alonso) e la madre e nonna del piccolo Carlitos. Quando però la nonna muore, Carlitos decide di raggiungere la mamma negli Stati Uniti e si nasconde nel bagagliaio di una macchina per entrare illegalmente. Ma Carlitos non sa dove vive sua madre…

Introducono il film:

Vincenza Pellegrino, antropologa e sociologa.

e

un rappresentante dell’associazione CIAC, Onlus di Parma che si occupa da tanti anni dell’immigrazione

Visualizza il trailer del film qui:

ASCOLTO: Voci dal Mediterraneo: migrazioni, conflitti e ricomposizioni identitarie

12 Mag

Siamo lieti di invitarvi ad un’iniziativa amica organizzata dalla UNIVERSITA’ DI PARMA-DIPARTIMENTO DI STUDI POLITICI E SOCIALI – in collaborazione con BIBLIOTECA INTERNAZIONALE Ilaria Alpi

Sabato 16 Maggio alle 9,00
Teatro Due
Viale Basetti 12, Parma

Giornalisti, scrittori e studiosi si incontrano e incontrano il pubblico con l’obbiettivo di ripensare la questione del Mediterraneo come spazio culturale e politico, di ripensare le relazioni tra i paesi a nord e i paesi a sud del Mediterraneo a partire dalle nuove forme di scambio aperte dalle migrazioni contemporanee. Ci si propone di farlo grazie all’interazione tra riflessioni teoriche sull’identità e sulla cittadinanza, di cui saranno portatori studiosi e ricercatori sociali, ed esperienza diretta di giovani scrittori originari dei paesi del sud del Mediterraneo che risiedono in Italia e che da qui de-scrivono la condizione trans-mediterranea. La letteratura di migrazione può tradurre in immagini vive alcuni dei concetti attraverso cui la riflessione socio-antropologica tenta di interpretare la contemporaneità: transnazionalismo, de-localizzazione delle esistenze, ibridazione culturale, condizione post-coloniale.

Programma
Presiede Sergio Manghi, Dipartimento Studi Politici e Sociali
INTERVENGONO
Khalid Chaouki, giornalista autore di Salam Italia!
Randa Ghazy, scrittrice autrice di Sognando Palestina
Tahar Lamri, scrittore, autore di I Sessanta Nomi dell’Amore
Maurizio Ambrosini, Università di Milano, autore di Un’altra globalizzazione. La sfida delle migrazioni transnazionali
Enzo Colombo, Università di Milano, autore di Multiculturalismo quotidiano. Le pratiche della differenza
Vincenza Pellegrino, Scuola Internazionale Superiore Studi Avanzati – Trieste, autrice di L’occidente e il mediterraneo agli occhi dei migranti

CON LA PARTECIPAZIONE DI
Alessandro Bosi, Università di Parma
Marco Deriu, Università di Parma
Lahcen Loqmane, Associazione “Milleunmondo”

Vincenza Pellegrino” Si tratta di un seminario sulle MIGRAZIONI CONTEMPORANEE un poco particolare poichè si incontreranno scrittori migranti e studiosi sociali per RICOMPORRE INSIEME – CON LINGUAGGI DIVERSI ED IMMAGINI VIVE – LO SCENARIO CONTEMPORANEO NEL QUALE VIVIAMO.  Come vedrete dalla locandina, si tratta di una cosa PIACEVOLE oltre che interessante, poichè GIOVANI SCRITTORI leggeranno alcuni brani dei loro libri, insieme a STUDIOSI scelti anche perchè ‘generosi’ comunicatori. In tal modo, speriamo che i concetti più astratti sulla SOCIETA’-MONDO (identità ibride, trans-nazionalismo, condizione post-coloniale ecc.) saranno argomentati in modo SEMPLICE e legati ad immagini vive, a storie vissute-narrate in prima persona.”

Gianluca Lottici ass. IL BORGO – “E’ una occasione importante per conoscere una realtà (il Mediterraneo) a noi vicina e per ascoltare “le voci” dei MIGRANTI e iniziare quel confronto fra culture necessario ad una civile convivenza continuando sul percorso già iniziato dal BORGO con il nostro incontro ” Minoranze fra diritti  e doveri – incontri e dibattiti sul diritto all’identità in Italia ed in Europa”  del 14-15 Marzo.

Inoltre è  l’occasione perchè i nostri nuovi concittadini parlino “per loro” e non per terza persona. La Società Geografica Italiana ha edito un bel volume (ATALANTE DELL’ITALIA NEL MEDITERRANEO – Ed. Carocci) nella quale si parla di..labirinto mediterraneo. Quali sono infatti i confini del Mediterraneo ?  e quali le culture che si “affacciano” sul mare nostrum ? Speriamo quindi di essere in tanti ad ascoltare le voci…del MEDITERRANEO!” Penso che abbia ragione Vincenza quando dice che sarà un momento importante! ci siamo chiesti come i migranti vedono l’occidente ? Lei lo ha fatto ed ha scritto un libro che ci riserva molte sorprese ! sul ruolo delle donne, del lavoro, della società. Ci aiuta ad uscire dagli stereotipi ed a confrontarci con i nostri vicini…..molto prossimi se pensiamo che nel giro di pochi anni si prevedono in città all’incirca 40.000 immigrati su una popolazione di circa 200.000 e una buona parte di quei 40.000 proviene da Paesi del Mediterraneo.

.